Presidenza dell’Ente fiera di Lanciano, il Tar boccia il ricorso di Donato Di Fonzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2417

LANCIANO. Donato Di Fonzo non tornerà alla guida dell’Ente Fiera di Lanciano. Almeno per il momento.

Il Tribunale amministrativo di Pescara ha infatti bocciato il suo ricorso e ha dato ragione al Comune, che a dicembre scorso lo aveva rimosso dal suo incarico. La sentenza del Tar è arrivata ieri e ha confermato la decisione presa il 9 dicembre scorso dal sindaco di Lanciano, Filippo Paolini.

Il primo cittadino aveva infatti rimosso Donato Di Fonzo dalla carica di presidente dell’Ente Fiera dal 2006, ritenendo che fosse venuto a mancare il rapporto di fiducia.

Ma l’ex presidente non aveva accolto di buon grado la revoca dell’incarico, accusando il sindaco di voler piuttosto fare posto a nuovi ingressi nel cda del Consorzio. Per questo aveva annunciato il ricorso al Tar, poi effettivamente fatto.

Ieri la decisione del tribunale amministrativo che però non ha accolto positivamente le motivazioni di Di Fonzo, valutando invece giusta la decisione del sindaco. L’Ente Fiera, a questo punto, non ha più ‘scusanti’. Al più presto il Consiglio di amministrazione dovrà riunirsi e nominare il nuovo presidente.

Dallo scorso dicembre, infatti, nonostante la revoca di Di Fonzo, non è stato ancora dato l’incarico al nuovo presidente tanto che si è sollevata più di una polemica sulla gestione del Consorzio. Adesso non c’è più motivo di rinviare la nomina alla quale, d’altra parte, ambiscono in molti.

Per Donato  Di Fonzo, invece, si profila con tutta probabilità una ‘rivincita’ amministrativa, visto che resta uno dei ‘papabili’ candidati alle prossime elezioni per il Comune di Lanciano.

10/02/2011 10.03