Furto, presunto ladro si consegna ai carabinieri ma accusa un malore e finisce in ospedale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2036

TORINO DI SANGRO. Era andato dai carabinieri spontaneamente insieme al suo legale di fiducia ma ha accusato un malore.

Ieri i carabineri di Torino di Sangro, hanno tratto in arresto Saverio Tarantella, 62 anni di Apricena perchè ritenuto responsabile del furto di un portafogli il 9 dicembre all’interno dell’autovettura di proprietà di un 40enne di Paglieta.

L'uomo avrebbe anche utilizzato la carta bancomat che si trovava al suo interno, con la quale aveva effettuato prelievi e spese per un importo complessivo pari a 500 euro.

L'uomo, che lo scorso 1° febbraio non era stato trovato presso la propria abitazione per la notifica del provvedimento restrittivo, si è spontaneamente presentato insieme al legale di fiducia dai carabinieri.

Ma dopo le formalità di rito Tarantella ha accusato un malore e l'ambulanza lo ha portato all'ospedale Civile di Vasto dove si trova in osservazione e piantonato dalla polizia penitenziaria.

I militari sono risaliti all’autore del furto visionando le immagini delle telecamere degli esercizi commerciali presso cui risultavano essere state effettuate le operazioni con la carta di pagamento.

Nonostante gli inverosimili e grossolani camuffamenti messi in atto dall'uomo i carabinieri sono riusciti a comprovare la piena compatibilità tra l’orario in cui erano stati effettuati gli acquisiti con il bancomat della vittima da parte dell'uomo e le immagini video dei sistemi di sorveglianza.

09/02/11 10.22