Pilkington, i dipendenti della Abruzzo Service ancora senza stipendio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1801

VASTO. La vicenda della Cooperativa Abruzzo Service, che presta la sua attività lavorativa all’interno dello stabilimento Pilkington di San Salvo, sta creando non pochi disagi.

 I circa cento lavoratori che si occupano delle pulizie civili e industriali lamentano l'ennesimo ritardo nei pagamenti degli stipendi e della tredicesime. Nonostante l’interessamento dei vertici aziendali Pilkington i dipendenti aspettano ancora la retribuzione di novembre e dicembre.

«Di tutta questa spiacevole vicenda», commenta Domenico Ranieri (Slai Cobas), «lascia ancor più l’amaro in bocca il fatto che tutte le Istituzioni, sembrano non accorgersi di quello che sta accadendo, malgrado che tutti i mezzi di informazione abbiano dato grande risalto alla notizia».

Per il sindacato le istituzioni non si sarebbero spesi per esprimere solidarietà a chi sa bene che questo 2011 comincia con gli auspici peggiori poiché ancora senza stipendio.

«Questi lavoratori», continua Ranieri, «si trovano oggi a dover fronteggiare situazioni a dir poco drammatiche che vanno dal pagamento dei mutui, all’affitto di casa, al pagamento delle varie bollette e soprattutto a dover sfamare i propri figli cui è veramente difficile spiegare il perché di certe situazioni e soprattutto ancor più difficile far capire loro l’indifferenza di molti».

Lo Slai Cobas oltre a ribadire il proprio impegno verso la classe operaia, in questo particolare momento esprime la massima solidarietà ai colleghi della Cooperativa Abruzzo Service, «augurando loro che questa brutta vicenda possa concludersi positivamente al più presto e soprattutto chiede alle forze politiche e non solo, di scendere in campo per cercare di risolvere questo immane problema che sta creando un non poco disagio ad oltre cento famiglie del nostro territorio».

03/01/2011 13.29