Stalking, condannato a due anni di carcere uomo di Lanciano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2224

LANCIANO. Nonostante una precedente condanna per stalking un uomo di Lanciano continuava a perseguitare la sua ex, anche dal carcere.*RAPINA DA 1 MLN DI EURO, IN MANETTE GLI ULTIMI DUE RAPINATORI

Per questo l'uomo, G.D.B. Di 45 anni questa mattina è stato condannato a due anni di carcere nel corso del processo con rito abbreviato. Proprio non riusciva a capacitarsi della fine della sua storia d'amore con la ex compagna tanta da mettere in atto una serie di atti persecutori che hanno esasperato la donna ma anche i familiari. 

Da qui sarebbero partire una serie di denunce ma anche di provvedimenti da parte della magistratura che però a poco sarebbero serviti. Lo stalking, infatti, non è terminato nemmeno quando l'uomo, con problemi da dipendenza di alcol, è finito in carcere, proprio a causa delle denunce della vittima. Dalla sua cella l'uomo continuava a scrivere lettere e messaggi e oggi oltre alla condanna dovrà risarcire la vittima anche con 5 mila euro per i danni subiti morali causati.

E questa mattina il tribunale di Pescara ha emesso un provvedimento di allontanamento nei confronti di un altro uomo, di Collecorvino, accusato di perseguitare la sua vicina di casa. La donna ha raccontato ai carabinieri di essere vittima di atti persecutori da parte del suo conoscente che adesso dovrà mantenere le distanze. Secondo il racconto della vittima quando incontrava la vicina l'uomo le ostacolava il passaggio con l'auto o le indirizzava gesti offensivi.

22/12/10 14.50

[pagebreak]

RAPINA DA 1 MLN DI EURO, IN MANETTE GLI ULTIMI DUE RAPINATORI

PESCARA. Sono finiti in manette questa mattina Luigi Pascale, di 27 anni, di San Marzano sul Sarno, e Carmine Bianco, di 30 anni, di San Valentino Torio, in provincia di Salerno. Si chiudono così le indagini che andavano avanti da qualche mese per individuare tutti i responsabili della rapina avvenuta nei mesi scorsi a Villanova di Cepagatti. I due sono accusati di aver messo a segno una rapina nel mese di giugno e dovranno rispondere anche dei reati di sequestro di persona, lesioni e detenzione di arma clandestina.In più anche l'aggravante del danno patrimoniale di rilevante entità.Subito dopo il fatto erano già state arrestate due complici:  Cipriano Galisio e Francesco Nappi, tutti e due della provincia di Napoli.

Gli ultimi due a mancare all'appello erano proprio i due arrestati. Il colpo era stato messo a segno presso la ditta Sadap trasporti di Cepagatti. Il personale negli uffici era stato legato e imbavagliato e il gruppo era riuscito a portare via, caricando tutto su due autoarticolati, elettrodomestici grandi e piccoli per un milione di euro. Un danno ingente quindi per la società ma fortunatamente la merce era stata poi recuperata qualche ora dopo sull'autostrada e i due conducenti erano stati subito arrestati. Con l'arresto di oggi la vicenda si chiude definitivamente. I due sono a disposizione del magistrato per l'interrogatorio di garanzia. 22/12/10 15.09