Appalto manutenzione Ss Annunziata: Cgil contro la Asl

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1613

CHIETI. Rischio d'occupazione dopo il rinnovo dell'appalto di manutenzione dell'Ospedale Civile Santissima Annunziata di Chieti.

La società che gestiva la manutenzione fino a qualche giorno fa era la Omnia Servitia Srl.  A partire dalle ore 10,00 del 19 dicembre la nuova società entrante si chiama Abp Novicelli, mandataria del gruppo Tecnosanità.

La Cgil di Chieti, alla luce delle informazioni avute, ha iniziato a contattare la società entrante e la Asl già dal 16 novembre per tentare di aprire una discussione sul futuro dei 17 Lavoratori, ai quali a causa della perdita dell'appalto, la società uscente nel corso di questa settimana invierà le lettere di licenziamento.

«Purtroppo dobbiamo registrare», dicono dal sindacato, «di non aver ricevuto nessuna risposta alle nostre richieste d'incontro sia dalla Abp e abbiamo dovuto leggere su PrimaDaNoi.it le auto celebrazioni della Asl di Chieti che vantava l'affidamento del nuovo appalto, purtroppo dimenticandosi del taglio d' occupazione di 17 Lavoratori che questo porterà».

Ma il sindacato pone l'accento anche sula mancanza «del seguito alle ampie rassicurazioni che la Rrsu ha ricevuto durante il corso delle scorse settimane da parte del Responsabile del Dipartimento Tecnico della Asl».

Così da questa mattina i sindacati, le maestranze, l'assessore al Lavoro del Comune di Chieti si sono dati appuntamento in presidio davanti l'ospedale di Colle Dell'Ara per sollecitare l'incontro con l' Asl e la società Abp Novicelli, «ai quali chiediamo con forza un atto di responsabilità sulla vertenza in questione».  

20/12/2010 15.16