Cisl:«L’appalto Asl Chieti sul riscaldamento costa troppo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3317

VINCENZO TRANIELLO (CISL)

VINCENZO TRANIELLO (CISL)

CHIETI. «Spendere quasi due milioni di euro in più ogni anno per cinque anni?»

Alla Cisl non sembra praticabile un appalto Asl che invece di far risparmiare appesantisce in questo modo la gestione della sanità.

Il sindacato lo ha fatto presente a voce ai primi di agosto quando sono stati chiamati in sede aziendale. Adesso il dissenso è stato messo nero su bianco e reso noto, dalla Asl, dalla Regione, alla Corte dei conti. A futura memoria

Vincenzo Traniello, segretario generale Cisl Fp, sintetizza una lunga e dettagliata lettera di contestazione alla proposta di «adesione alla convenzione Consip per la fornitura di un sistema integrato di servizi per la gestione e conduzione degli impianti tecnologici» che riguarda la ex Asl di Lanciano, ora incorporata nella Asl provinciale di Chieti.

Si tratta in pratica soprattutto dell’impianto di riscaldamento e di produzione di acqua calda, ma c’è l’impianto elettrico e ci sono (o non ci sono, secondo la Cisl) tante altre manutenzioni. «Noi come sindacato non siamo pregiudizialmente contrari all’esternalizzazione dei servizi, ma certe anomalie ormai sono troppo evidenti – continua Traniello – con il pretesto della Consip si rischia un salasso delle casse aziendali. E non mi sembra questo il momento».

 APPALTO ONEROSO A PREZZI CONSIP

 Come noto, la Consip è una società del Ministero dell’economia creata per gli acquisti centralizzati della Pubblica amministrazione. Nata per evitare differenza di costi per gli appalti della PA, è diventata il punto di riferimento per i prezzi da pagare in caso di acquisti e di appalti. Con qualche effetto collaterale che non sempre porta al risparmio. Troppo nota la vicenda delle Audi blu della Giunta regionale abruzzese che quando ha cambiato il parco macchine lo ha fatto aderendo alla proposta Consip. Il fatto però ha creato non poche sorprese nell’opinione pubblica che dovrebbe credere alla favola che acquistando le Audi la Giunta ha risparmiato. Qualcosa di analogo, secondo la Cisl, sta per verificarsi nella Asl di Chieti, per gli ospedali di competenza della ex Asl lancianese. Infatti, secondo i costi del servizio a tariffe Consip, si spenderebbero oltre 5 milioni l’anno, più le spese per il personale aggiunto.  Invece, secondo un calcolo Cisl, effettuando il servizio in proprio la Asl spenderebbe circa 3,5 milioni, utilizzando il personale in servizio. «Ma non è solo questione di costi quantificabili con la calcolatrice – continua Traniello – mancano infatti molti aspetti, come la manutenzione ordinaria e straordinaria, non ci sono interventi per la messa a norma, insomma la proposta non è in linea con i criteri di economicità, efficacia, efficienza e qualità che ogni azienda oggi ha come obiettivo primario da rispettare».

 «MEGLIO UTILIZZARE IL PERSONALE IN SERVIZIO»

 Secondo la Cisl insomma, mentre a tutti si chiede uno sforzo per riorganizzare i servizi, per ristrutturare e per “tirare la cinghia” questa proposta Asl sembra controcorrente. Quasi un appalto da tempo delle vacche grasse. Inoltre per il sindacato c’è un altro aspetto da non sottovalutare. L’accorpamento delle due Asl ha prodotto un esubero di personale che andrebbe utilmente utilizzato per la gestione e la manutenzione diretta degli impianti, una gestione “in casa” che farebbe risparmiare e darebbe un risultato migliore. «Ad esempio – conclude Traniello – non è previsto un controllo della temperatura. Così i termosifoni possono andare a tutta birra, tanto paga pantalone. La Cisl non ci sta per i costi esorbitanti e perché questa potrebbe essere l’occasione per una riorganizzazione dei due servizi esistenti. Ad uno si potrebbe affidare la gestione all’altro la progettualità per settori non compresi nell’offerta Consip: opere murarie,falegnameria, arredi, fabbro e tutto quello che comprende l'intervento d'urgenza sulla gestione complessiva degli ospedali».

 

Sebastiano Calella  06/09/2010 9.39