Consiglio provinciale Chieti istituisce Tavolo per la Semplificazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

805

CHIETI. Il Consiglio provinciale ha istituito il Tavolo permanente per la Semplificazione, «un modo nuovo di concepire l'amministrazione pubblica».

Lo scopo è quello di fornire al Comitato per la definizione degli indirizzi e per il coordinamento intersettoriale delle politiche di semplificazione, pareri e proposte, non vincolanti, inerenti le misure di semplificazione che hanno rilievo esterno all’ente, in funzione della predisposizione di un piano d’azione periodico.

«L'istituzione del tavolo permanente – ha spiegato l'assessore alla Semplificazione, Silvio Tavoletta – dimostra il cambiamento nel modo di amministrare la nostra Provincia, inaugurato con l'amministrazione presieduta da Enrico Di Giuseppantonio: troppo spesso si dimentica che la nostra azione e i servizi resi dall'ente sono volti al soddisfacimento del territorio. In base a questo concetto, il tavolo mira a trovare soluzioni alle criticità insite alle procedure amministrative, che bloccano di fatto l'economia. La novità è nel metodo: la Provincia non cala le sue determinazioni dall'alto ma le condivide con i rappresentanti delle categorie».

Con il nuovo organismoverranno individuate le problematiche che impediscono la semplificazione del rapporto dell’utenza con la Provincia, «formuleremo pareri in funzione della predisposizione del Piano periodico per il perseguimento degli obiettivi dell’amministrazione in tema di semplificazione e di riassetto della regolamentazione in materia», spiega l'assessore, «elaboreremo rapporti su specifici aspetti della realtà economica e sociale, proponendo iniziative, studi e ricerche che evidenzino le misure di semplificazione sollecitate dal territorio, utili, al fine di favorirne un corretto e proficuo sviluppo, contribuiremo alla formulazione di proposte in materia di semplificazione per la successiva adozione di eventuali atti di indirizzo politico-amministrativo».

Il tavolo permanente, presieduto dal presidente della Provincia o dall'assessore delegato, è composto da cinque consiglieri provinciali che dovranno essere indicati con apposita votazione dal Consiglio, dai delegati dell’UPI e dell'ANCI Abruzzo per la Provincia di Chieti e da un rappresentante di ciascuna organizzazione sindacale, di tutte le organizzazioni degli industriali, degli artigiani, dei commercianti, della cooperazione e degli agricoltori presenti nel CNEL, degli ordini e collegi professionali, della Camera di Commercio, delle banche operanti sul territorio, della Confprofessioni Abruzzo e delle associazioni per la difesa dei consumatori accreditate presso la Regione Abruzzo.

«Questo nuovo organismo – ha chiosato il presidente Di Giuseppantonio – sarà centrale per supportare le politiche di semplificazione che abbiamo già avviato dal momento del nostro insediamento perché attraverso il tavolo permanente raccoglieremo le indicazioni provenienti direttamente dal territorio e dalle parti sociali, grazie alle quali potremo migliorare il nostro servizio alla cittadinanza e alle imprese».

30/11/2010 9.31