Turrivalignani e quel pullman che viaggia senza passeggeri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1640

TURRIVALIGNANI. Un disagio che si protrae, ormai, da molti anni e che è stato più volte denunciato dall’amministrazione comunale, fino ad ora inutilmente.ARPA: «NOI NON SIAMO COMPETENTI»

 

Anche per questo il sindaco, Roberto Di Cecco, si è spazientito è ha inviato una lettera alla dirigente della Direzione dei Trasporti della Regione Abruzzo, Maria Piccardi, all’Arpa, all’assessorato regionale ai Trasporti e Mobilità, Viabilità, Demanio e Catasto stradale ed all’assessorato della Provincia di Pescara alle Grandi infrastrutture.

Il problema è costituto dalla mancanza di un adeguato servizio di trasporto pubblico nel territorio. Precisamente, lamenta Di Cecco, a Turrivalignani il servizio in questione (attualmente svolto da una società privata) «consiste solamente nell’accompagnare i residenti alle 6 del mattino fino alla stazione ferroviaria di Scafa. Praticamente nessuno se ne serve», scrive Di Cecco, «perché chi mai usufruirebbe d’un servizio di trasporto in un orario così assurdo, considerando che Turrivalignani dista circa 3 chilometri dall’uscita autostradale della A 25 ed il capoluogo è a soli 30 chilometri?»

In altri termini, data la posizione geografica del paese, il servizio, così com’è, «non ha alcuna utilità».

In passato, l’Amministrazione comunale ha «più volte chiesto di far transitare, almeno le corse principali, dentro la contrada Pescarina», cioè «nella parte inferiore del territorio del paese, in quanto ciò non cagionerebbe alcun ritardo», bensì «un potenziamento dell’utenza».

Un’idea oggi più che mai realizzabile, sostiene il primo cittadino, grazie alla grande rotonda costruita di recente in prossimità della contrada.

«Sono passati molti anni», contesta ancora il sindaco, «durante i quali, a dispetto delle ripetute sollecitazioni della massima autorità locale, i funzionari all’uopo preposti hanno manifestato solo disattenzione a questo territorio, dal momento che non si sono mai nemmeno degnati di rispondere ad un sindaco» quindi, conclude il primo cittadino, «in caso di mancato riscontro entro dieci giorni dal ricevimento della presente vi sarà anche una verifica delle eventuali omissioni perpetrate, adendo le sedi competenti».

12/11/2010 9.35


ARPA: «NOI NON SIAMO COMPETENTI»

L' Arpa fa sapere che con i propri mezzi serve contrada Pescarina con due corse mattutine in transito rispettivamente alle 7,40 ed alle 7,45 nel territorio di Turrivalignani: la prima è diretta a Pescara con arrivo al capoluogo adriatico alle 8,00;la seconda a Chieti con arrivo alle 8,05.

Al pomeriggio tre autobus provenienti da Pescara passano a Pescarina alle 13,45 con arrivo a Scafa alle 13,55, alle 14,00 diretto a Caramanico Terme, alle 14,25 diretto a Tocco da Casauria.

«Per il servizio “inutile” fornito dalla società privata, di cui parla Di Cecco», spiegano dalla società, «si tratta probabilmente della società di autolinee Blasioli di Manoppello, Arpa non può in alcun modo intervenire, visto che si tratta di una concessione che fa capo alla Regione Abruzzo».  

12/11/2010 18.15