Ultimatum del Pd al sindaco di Francavilla Di Quinzio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2920

FRANCAVILLA. Il Partito Democratico chiede al sindaco Di Quinzio di fare chiarezza su quello che sarà il suo lavoro.IDV: «NON CI SEDIAMO AL TAVOLO DELLE TRATTATIVE»
 

La direzione provinciale del Pd di Chieti chiede al primo cittadino, esponente dello stesso partito, «di indicare al più presto il percorso che porti alla ricostruzione della coalizione che due anni e mezzo fa vinse le elezioni».

In caso contrario, è l'annuncio, che il Pd valuterà le scelte amministrative da compiere consultando iscritti e dirigenti locali.

A Francavilla al Mare il sindaco, «licenziata» l'Italia dei Valori, governa avendo come vice il suo ex sfidante alla carica di sindaco, Giusppe Pellegrino (Pdl), sostenuto in maggioranza da alcuni consiglieri provenienti dal centro destra.

Due settimane fa, inoltre, Di Quinzio ha azzerato la Giunta. «Ad oggi il Pd - afferma il segretario provinciale del partito Camillo Di Giuseppe - attende di conoscere le volontà e le idee che il sindaco ha per la ricostruzione della maggioranza come gli fu chiesto dal nostro gruppo consiliare oltre un mese fa».

I cinque consiglieri comunali del Pd, infatti, stilarono insieme al partito regionale e provinciale un documento con una serie di punti che erano alla base della prosecuzione della legislatura.

In quel documento si chiese al sindaco di azzerare la giunta per consentire la ricostruzione di una maggioranza di centrosinistra e delle forze che hanno portato alla vittoria, di non inserire nella nuova compagine amministrativa esponenti del centrodestra o che comunque erano candidate contro la coalizione di Di Quinzio e di costruire insieme ai Partiti di maggioranza la variante generale al piano regolatore.

«Queste - conclude Di Giuseppe - sono le posizioni del Pd, le richieste fatte al sindaco e che oggi solo in parte sono state accettate».

IDV: «NON CI SEDIAMO AL TAVOLO DELLE TRATTATIVE»

 Il coordinatore cittadino dell'Idv Mario Giangiacomo, risponde al PD che continua a chiedere la ricostruzione della maggioranza post-elettorale: «il mio partito vuole il commissariamento del Comune, l’Idv non è disposta a sedersi ad alcun tavolo di trattative; riteniamo inutile e politicamente inopportuno, che il Pd, prima accetta e condivide la maggioranza con elementi di spicco eletti nelle file del Pdl nonchè rappresentanti inequivocabili della passata amministrazione ed

ora, passata la stagione primavera-estate 2010 il PD ne chiede l’azzeramento, per proporne, magari, una nuova giunta per la collezione autunno-inverno 2010 con l’Idv».

«Francavilla», continua Giangiacomo, «ha bisogno di essere governata seriamente, i cittadini sono stufi di assistere quotidianamente al degrado della città come conseguenza del degrado della politica. Chiediamo al Pd di scendere da Marte ed iniziare a prendere decisioni coraggiose e coerenti che la cittadinanza si aspetta da un partito politico che li rappresenti».

25/10/2010 9.46