Si sogna la Variante Anas tra Ortona e Vasto: presentato studio di fattibilità

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4349

Si sogna la Variante Anas tra Ortona e Vasto: presentato studio di fattibilità
CHIETI. Se per costruire 7 chilometri tra Pescara e Francavilla ci sono voluti almeno 15 anni per costruirne 56…

Ma ieri la Provincia ed i Comuni costieri della provincia di Chieti  hanno mostrato grande attenzione verso lo Studio di fattibilità che prevede da una parte l’ammodernamento e dall’altra la realizzazione di tratti in Variante alla Strada Statale 16 nel territorio della Provincia di Chieti, nel tratto che va da Ortona a Vasto, per un totale di oltre 56 chilometri.
Un progetto faraonico che impiegherebbe risorse pubbliche immense e di cui si parlerà di sicuro nei prossimi decenni.
Lo Studio è stato illustrato nel corso di un incontro svoltosi questa mattina presso la Sala consiliare del Comune di Fossacesia, incontro voluto dal Presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio al quale hanno perso parte il vice Presidente nonché assessore alla viabilità Antonio Tavani, Sindaci e amministratori dei Comuni interessati, Assessori e Consiglieri provinciali, il capo compartimento Anas Abruzzo, Lelio Russo, la responsabile dell’Ufficio progettazione della Direzione generale dell’Anas ing. Ilaria Coppa e il dirigente Anas Luciano D’Alfonso, l’ex sindaco di Pescara.
Dopo aver illustrato lo Studio, che in alcuni punti prevede, come nel caso di Vasto, la costruzione di un tratto in Variante, l’Anas si è impegnata a fornire ai Comuni l’elaborato tecnico affinchè venga esaminato ed approfondito dai rispettivi Consigli e dalle Giunte La Provincia dal canto suo coordinerà un Tavolo dei Comuni e recepirà il nuovo tracciato all’interno del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale: in tal modo lo Studio avrà valore di programma e di indirizzo, per cui i Comuni stessi saranno chiamati attraverso i rispettivi Piani regolatori generali a vincolare aree e terreni interessati dall’intervento.
La realizzazione della Variante di Vasto è stata individuata quale priorità dal momento che rappresenta il centro abitato più importante e che è già presente nella programmazione regionale.
Allo studio seguirà quindi la fase della progettazione.
«Questo è un intervento strategico per il nostro territorio dal momento che il tratto di Statale 16 che lo attraversa è quello che versa in condizioni peggiori rispetto a quelli delle altre Regioni ed è anche fra i più trafficati dovendo recepire molto del flusso veicolare che arriva dall’interno – dice il Presidente Di Giuseppantonio. Una situazione destinata a peggiorare dal momento che non si prevede una terza corsia sull’A/14, terza corsia la cui realizzazione  si fermerà all’altezza di Pedaso. Credo che la condivisione di questo progetto sia un’ottima base di partenza per andare avanti insieme, Comuni e Provincia, nell’azione di reperimento delle risorse finanziarie. La nostra sarà una lotta contro il tempo ma credo che potremo farcela. Ringrazio l’Anas – ha aggiunto il Presidente Di Giuseppantonio - non solo per la disponibilità ad incontrarci ma soprattutto per la concretezza che ha dimostrato in questa circostanza: ritengo che oggi si sia aperta una nuova stagione nei rapporti fra i Comuni, la Provincia e il territorio. Finalmente gli amministratori hanno acquisito la consapevolezza che le opere vanno recepite subito negli strumenti di programmazione urbanistica  per evitare che, nel momento cui si passa dalla progettazione esecutiva al finanziamento, il territorio sia stato utilizzato per altri interventi edilizi. Abbiamo dimostrato che quando si fa squadra, gli Enti Locali assieme alla Regione potranno far  tornare gli investimenti sul nostro territorio».
12/01/2012 09:47