Crack Angelini, a Chieti salta l’udienza preliminare, rinvio al 6 dicembre

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3538

Crack Angelini, a Chieti salta l’udienza preliminare, rinvio al 6 dicembre
CHIETI. Nulla di fatto al Tribunale di Chieti, dove era in programma l’udienza preliminare per il crack di Enzo Angelini davanti al Gup Paolo Di Geronimo.

Se ne riparla il 6 dicembre. L’udienza di inizio mattina non si è tenuta perché il patron di Villa Pini ha presentato certificato medico. Il rinvio era nell’aria, ma non è stato deciso subito. Il giudice, prima di dar corso alla richiesta, ha inviato una visita fiscale di verifica ed ha riconvocato tutti a mezzogiorno. E alle 12 puntuali, il procuratore della repubblica, Pietro Mennini, l’avvocato Sabatino Ciprietti, Anna Maria Sollecito, moglie di Angelini, e la figlia Chiara sono entrati nell’aula cinque a piano terra solo per sentire che l’udienza è stata rinviata al 6 dicembre: l’impedimento era serio e non si è trattato di un pretesto per non presentarsi di fronte al Gup. Il tempo di defilarsi dai giornalisti in attesa e poi tutti a casa. Un pò delusi anche gli avvocati che volevano costituirsi parte civile per Unicredit e per altri creditori, ma una settimana di tempo passa in fretta e non sembra, dalle poche dichiarazioni non ufficiali strappate a Chiara Angelini, che gli accusati di bancarotta vogliano sottrarsi al contatto con la stampa. Addirittura la stessa Chiara Angelini, con un nuovo look molto aggressivo e giovanile, ha preannunciato che il 6 dicembre rilascerà alcune dichiarazioni sulla bancarotta che la Procura addebita alla famiglia Angelini. Per il momento però gli unici documenti disponibili sono quelli che rimandano indietro nel tempo al fallimento della clinica e della galassia delle società che ruotavano attorno a Villa Pini. Allora si parlò di un debito di 400 milioni a fronte di un credito di 150, una situazione insostenibile per i creditori che avevano richiesto il fallimento, poi concesso dal Tribunale fallimentare di Chieti.

s. c.  30/11/2011 14:22