SERIE B

Super gol di Valzania basta e avanza a un Pescara cinico e spietato: 1-0 al Venezia

La fortuna questa volta premia il Pescara: 2 pali nel primo tempo per il Venezia

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

417

Super gol di Valzania basta e avanza a un Pescara cinico e spietato: 1-0 al Venezia

 

 

PESCARA. Un Pescara pratico e concreto supera 1-0 allo stadio Adriatico il Venezia e torna a farsi vivo ai piedi della zona play-off.

Parte decisamente meglio il Venezia, con il Pescara subito in grande sofferenza nella propria area di rigore. Al 2’ Pinato nel cuore dell’area gira e colpisce in pieno il palo. 2 minuti dopo cross interessante per la testa di Bruscagin che sfiora il bersaglio grosso.

La prima risposta del Delfino all’11’ con un sinistro da distanza siderale di Mazzotta che viene facilmente controllato a terra da Audero. Squillo del Venezia al 21’ con Marsura che sfiora la traversa con un gran destro da oltre 25 metri. Al 28’ ancora Marsura pericolosissimo con un tiro a giro che dal limite sfiora il palo.

Al 43’ altro palo clamoroso degli ospiti. Cross perfetto per la testa di Pinato che tutto solo colpisce il legno con la sfera che attraversa dolcemente la linea di porta senza entrare.

Prima del riposo l’occasione più nitida per i biancazzurri. Palla nel mezzo per Pettinari che costringe Audero alla prima difficile parata della serata. Sul finale erroraccio della retroguardia di Inzaghi e Pettinari tutto solo davanti a Audero non riesce a superare in dribbling il portiere.

Ripresa a bassi ritmi, con il primo pericolo creato al minuto 18’ da Fabiano, che sugli sviluppi di un calcio piazzato non inquadra la porta. In precedenza ci aveva provato senza fortuna Mancuso.

Al 39’ la più grande occasione della ripresa (manco a dirlo) è per il Venezia. Lancio lungo per Geijo che si allunga la sfera e da posizione decentrata spara alto sulla traversa.

Al 41’ l’episodio che risolve la partita è però favorevole al Pescara. Azione insistita al limite dell’area di rigore e conclusione finale di Valzania che si insacca alle spalle di Audero.

Sulle ali dell’entusiasmo, 2 minuti dopo Baez nel cuore dell’area di rigore al volo sfiora il palo. Ultima emozione, con il Delfino che torna al successo e allontana nuovamente la crisi. 

 

PESCARA-VENEZIA 1-0 (primo tempo 0-0)

 

MARCATORI: 41’st Valzania (P).

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Crescenzi, Coda, Perrotta, Mazzotta; Valzania, Proietti, Brugman; Mancuso (32’st Baez), Pettinari, Capone. A disposizione: Antonino, Balzano, Kanoutè, Elizalde, Cocco, Coulibaly, Del  Sole. Allenatore: Zeman.

VENEZIA (5-3-2): Audero; Cernuto, Andelkovic, Modolo; Bruscagin, Garofalo, Fabiano, Bentivoglio, Pinato; Moreo (29’st Zigoni), Marsura (37’st Geijo). A disposizione: Vicario, Gori, Stulac, Soligo, Suciu, Mlakar, Fabris, Zampano, Signori, Del Grosso. Allenatore: F. Inzaghi.

ARBITRO: Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta (Citro-Cipressa).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 5mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti:  Coda, Perrotta, Cernuto. Espulsi: nessuno. Recupero: 2’pt; 4’st.

 

Andrea Sacchini