SERIE B

Pescara-Palermo pareggio sul filo dell’equilibrio e dello spettacolo

Contestazioni dei tifosi pescaresi alla società

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

234

Pescara-Palermo pareggio sul filo dell’equilibrio e dello spettacolo

PESCARA. E' terminato 2-2 l'anticipo della tredicesima giornata del campionato di serie B tra Palermo e Pescara, dopo novanta minuti combattuti ed equilibrati.

Per i biancazzurri arriva un punto in classifica che non può soddisfare, mentre per i siciliani, senza nove titolari, il segno X ha un peso specifico diverso.

La partita è stata un continuo ribaltarsi di fronti già dal 10’ quando Capone mette a segno la prima rete con un rasoterra troppo forte per essere fermato.

La risposta dopo 5’ non si è fatta attendere con Chochev che riporta in parità la partita.

Il Palermo tiene botta ma il Pescara cerca di sfruttare di più le fasce per giungere più in profondità.

Al 32 ancora il Palermo in vantaggio con un tiro nell’angolino di Nestorovski.

Poi il Pescara si offusca un pò in attesa della fine del primo tempo.

 

Zeman si agita in panchina e dentro gli spogliatoi e al 5’ Brugman riacciuffa il pareggio con un diagonale potente che percorre l’unico spazio rimasto libero.

Il Pescara torna a crederci e al 10’ trova il gol del 3-2 con Pettinari annullato per fuorigioco.

Gara è viva al 16’ dopo un pallone perso dai siciliani Mancuso si divora il 3-2 tutto solo davanti al portiere.

Anche al Palermo viene annullato un gol.

Le squadre si allungano e al 28’ esce Mancuso ed i minuti scorrono inesorabili tra parate che scongiurano il peggio e un rigore non visto.

Alla fine le squadre ritornano a casa contente anche per il pericolo scampato.
Per Zeman c’è ancora spazio per recuperare e fare meglio.

Non sono mancati fischi e contestazioni a Daniele Sebastiani e allo stesso mister boemo.

I tifosi biancazzurri stanno per riperdere la pazienza ancora una volta.

Ma non è detta l’ultima parola.