Lega Pro. Primi nodi da sciogliere per Teramo e L'Aquila: sì Vivarini, no Zavettieri

Supercoppa Lega Pro. Teramo in campo il 20 contro Salernitana o Novara

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

821

Lega Pro. Primi nodi da sciogliere per Teramo e L'Aquila: sì Vivarini, no Zavettieri




ABRUZZO. In attesa della Supercoppa di Lega Pro che vedrà di fronte da questo weekend in un triangolare le 3 squadre vincenti dei gironi A, B e C, per il Teramo è già arrivato il momento di guardare al futuro. Cinque promozioni negli ultimi 7 anni in casa del Diavolo lasciano ben sperare per il futuro ma la Serie B è tutt'altra cosa rispetto le categorie inferiori. Per questa ragione, fermo restando la priorità di mantenere lo zoccolo duro che ha vinto con merito il campionato, sarà compito soprattutto del confermato Ds Di Giuseppe trovare 7 8 elementi di categoria e di buona prospettiva in grado di regalare un torneo tranquillo. Al momento però, prima del mercato, la priorità resta quella dell'allenatore. A più riprese il patron Luciano Campitelli ha confermato l'inamovibilità di Vincenzo Vivarini, che però attende ancora prima del fatidico sì. Difficile che le parti nelle prossime settimane non riescano a trovare un accordo.

Per eventuali incontri chiarificatori però si dovrà attendere il finale ufficiale di stagione. Il Teramo infatti sarà impegnato nella Supercoppa di Lega Pro a partire da mercoledì 20 maggio contro la perdente tra Novara e Salernitana (o Novara in caso di pareggio, ndr), in programma questo sabato. Il match invece tra i biancorossi e la vincente del primo match è fissato per sabato 23 maggio. Da capire in base al risultato di sabato se il Teramo giocherà la prima gara in casa (col Novara, ndr) o lontano dal Bonolis (all'Arechi di Salerno, ndr). Dopo la conquista della promozione è probabile che il tecnico Vincenzo Vivarini dia spazio a coloro che sono stati meno impiegati in stagione.
Futuro invece a tinte fosche per L'Aquila. Non tanto per la solidità societaria e per i programmi che in sostanza resteranno gli stessi (cercare di arrivare almeno ai play-off promozione, ndr), ma per la difficile scelta del tecnico dopo la deludente stagione appena conclusa. Molto difficile una riconferma di Zavettieri, che in settimana spiegherà anche le ragioni di un'annata così negativa, la società starebbe valutando una rosa definita di nomi. In cima alle preferenze del responsabile dell'area tecnica Ercole Di Nicola ci sarebbe l'ex Teramo Roberto Cappellacci, ma come è logico che sia sarà la dirigenza a dire l'ultima parola. Probabile, dopo l'ufficializzazione del nuovo tecnico, un deciso taglio dell'attuale parco giocatori con l'ingaggio di nuovi elementi in grado di far fare l'atteso salto di qualità alla rosa rossoblù.

Andrea Sacchini