CANI E GATTI AVVELENATI NEL CHIETINO, INDAGANO I CARABINIERI

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

775

 CRONACA. TARANTA PELIGNA.  A Taranta Peligna qualcuno ha sparso in paese delle salsicce avvelenate, sono morti diversi cani di proprieta' e sono partite le denunce alla Stazione dei carabinieri di Lama dei Peligni; in attesa di confermare il decesso per avvelenamento e verificare quale sostanza sia stato utilizzato, salsicce e animali morti sono presso l'Istituto Zooprofilattico di Lanciano. «Siamo stati contattati da diversi cittadini preoccupati per la sicurezza dei bambini e per la morte cruenta e immediata degli animali sia randagi che di proprieta'», dice Marialucia Santarelli, delegata regionale dell'Associazione "Animalisti Italiani Onlus". «Il sindaco del piccolo Comune - aggiunge - sta provvedendo alla bonifica del Paese e della zona circostante affinche' vengano tutelati i cani, i gatti, i bambini e altresi' gli animali selvatici. Certa che i carabinieri individueranno al piu' presto il colpevole di questo insano e pericoloso gesto, auspico una severa punizione nel rispetto della Legge 104/2004 che prevede anche il carcere quando si procurano, senza alcuna ragione, morte e sofferenza agli animali d'affezione. In questo caso e' stato procurato anche allarme e preoccupazione per i bambini del Paese. L'Associazione 'Animalisti Italiani Onlus' ha gia' interessato l'ufficio legale per perseguire il colpevole e costituirsi parte civile nel processo».   11/11/2011 14.21