LA PROVINCIA DI PESCARA CHIEDE "AREA DI CRISI" PER VAL PESCARA

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

632

CRONACA. PESCARA. Riconoscere alla Val Pescara lo status di “area di crisi”. E’ la richiesta che l’assessore provinciale Angelo D’Ottavio ha avanzato al vice presidente della Regione Abruzzo, Alfredo Castiglione. Un appello contenuto in due distinte lettere e ribadito di recente in vista dell’incontro che si terrà a Palazzo Chigi nell’ambito del Patto per l'Abruzzo. Uno strumento di aiuto per le imprese ma indirettamente anche per le famiglie, attanagliati da una crisi difficile da superare. «Le piccole e medie imprese che compongono il tessuto produttivo della Val Pescara – dice D’Ottavio - sono serie e affidabili e non chiedono assistenzialismo, ma solo strumenti per poter rilanciare la propria azione in un momento di stasi per cui riconoscere che si tratta di un’area in difficoltà potrebbe aprire a nuovi scenari competitivi e stimolare, oltre che il rilancio di alcuni settori, anche l’attrattività dei territori». 20/09/2011 13.40