Idv, 60 mila firme contro privatizzazione acqua, legittimo impedimento, nucleare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2465

POLITICA. ABRUZZO. In Abruzzo raccolte 60 mila firme per la campagna referendaria dell'Italia dei Valori contro la privatizzazione dell'acqua, il legittimo impedimento ed il ritorno al nucleare. Un risultato che è stato accolto con grande soddisfazione da tutti i  dirigenti regionali del partito impegnati in prima linea, con il sostegno di esponenti della società civile,  nella campagna referendaria che si è aperta il primo maggio e si è chiusa il 20 luglio scorso.  «Una partecipazione straordinaria – ha commentato Alfonso Mascitelli,coordinatore regionale dell'IdV- accompagnata da un entusiasmo  che, dal primo maggio a qualche giorno fa, ha spinto centinaia di cittadini ad allestire raccolte firme  in tutto il territorio della nostra regione. E la risposta che gli abruzzesi hanno voluto dare alla nostra campagna referendaria è stato  il chiaro segnale della grande voglia di democrazia che c'è non solo nella nostra regione, ma in tutta Italia». 30/07/2010 16.20