Atri, omaggio a Carlo Verdecchia al museo archeologico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1386

ARTE. ATRI. Verrà inaugurata oggi la mostra antologica del pittore Carlo Verdecchia, promossa dall’amministrazione comunale e dalla Fondazione  “F.P.Michetti “ di Francavilla. Saranno presenti, nellesale del Museo Archeologico di Atri, la curatrice della mostra Isabella Valente, docente dell’Università Federico II di Napoli, ed il profesor Vincenzo Centorame, presidente della Fondazione  Michetti. Verranno esposte oltre ottanta opere dell’artista scomparso nel 1984. Carlo Verdecchia, protagonista dell’arte italiana del Novecento, nacque a Casoli di Atri nel 1905. Si formò all’Accademia di Belle Arti di Napoli e  fin dagli inizi della sua attività artistica partecipò alle maggiori mostre nazionali ed internazionali, attirando i favori della critica, tanto che nel 1942 la XXIII Biennale gli dedicava uno spazio personale all’interno della mostra. L’artista  seppe trovare un proprio linguaggio ed una propria identità, interpretando l’Abruzzo più vero, nell’autenticità dei personaggi e la genuinità dei paesaggi, catturati con grande forza realistica ed un robusto cromatismo. La mostra resterà aperta fino al 6 novembre, tutti i giorni, dalle ore 17.00 alle 22.00 (con ingresso libero). 25/09/2010 9.21