DE IULIS PARTITO PER BAGDAD CON 2 TONNELLATE DI LIBRI

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1129

COOPERAZIONE. PESCARA. Due tonnellate di libri regalati dalla Rizzoli sono partiti oggi a bordo di un C130, volo militare, alla volta di Bagdad per arricchire la biblioteca completamente svuotata nel corso del conflitto. Ad accompagnare la missione, alla quale il Comune di Pescara ha dato un contributo con la Provincia di Pescara, il Comune di Spoltore e la Regione Abruzzo, sarà Tusio De Iuliis, presidente dell’Organizzazione non governativa ‘Aiutiamoli a vivere’ che punta anche all’apertura di un Centro culturale italo-iracheno”. «A Bagdad, dopo le bici donate dal Comune di Pescara mesi fa, porteremo 2 tonnellate di volumi donati dalla Rizzoli di Milano – ha detto De Iuliis -. Il carico è già partito stamane ed è ora fermo ad Abu Dabi, da dove domani partirà con me e con la giornalista Maurizia Bonvini, a bordo di un C130 dell’aeronautica militare italiana. Ad accoglierci, a Bagdad, ci saranno il corpo accademico dell’Università locale, con il Direttore del Dipartimento di Lingua italiana, il Preside della Facoltà di Lingue, il Rettore e il Ministero dell’Università e dell’Industria per il quale vogliamo convocare anche un incontro con la Regione Abruzzo e con il mondo imprenditoriale abruzzese cercando di inserirci nel bacino delle enormi possibilità del mercato iracheno. Consideriamo che il Lungo Tigri è un boulevard e in quell’area vogliamo reperire un villino in cui localizzare un Centro culturale italo-iracheno che non è mai esistito». Il rientro di De Iuliis da Bagdad è previsto per il prossimo 22 giugno e a ritirare i libri sarà l’ambasciata italiana. 09/06/2011 14.11