BREVE

TRADITO DALL’ICTUS, LATITANTE RICONOSCIUTO IN OSPEDALE

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

70

 

PESCARA. Finisce in ospedale, in gravi condizioni, a causa di un ictus e, una volta ricoverato, dagli accertamenti della Polizia emerge che nei suoi confronti doveva essere eseguito un ordine di carcerazione del Tribunale di Teramo: protagonista della vicenda è un uomo di 63 anni, M.D.A., la cui ultima residenza nota è a Silvi (Teramo). Il 63enne è attualmente ricoverato all'ospedale di Pescara. Dopo l'ictus l'uomo è finito all'ospedale di Penne (Pescara), ma a causa delle condizioni gravissime martedì sera è stato trasferito a Pescara, nel reparto di Rianimazione, dove è ora ricoverato in prognosi riservata. Gli agenti del Posto fisso di Polizia dell'ospedale del capoluogo adriatico, diretti dall'ispettore capo Roberto Piserchia, hanno avviato gli accertamenti ed hanno appurato che al 63enne doveva essere notificato l'ordine di carcerazione. L'uomo deve infatti scontare sette mesi, pena sospesa, per truffa. I fatti sono avvenuti alcuni anni fa.