BREVE

LISCIANI GIOCHI, LAVORATORI PROTESTANO PER CAMBIO CONTRATTO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

138

LAVORO. TERAMO. I lavoratori della Liscianigiochi Srl di S.Atto hanno manifestato con presidio davanti ai cancelli del sito produttivo come risposta alla posizione assunta dall'azienda che da maggio ha applicato ai lavoratori il contratto Cisal, con conseguenze sul salario e sulla contribuzione, soprattutto sui lavoratori neo assunti.

«L’azienda», contesta la segreteria Filctem Cgil, «non ha mai corrisposto elementi salariali dovuti, ai sensi del contratto nazionale Cgil Cisl Uil, arretrati con decorrenza 2013, che i lavoratori rivendicano come diritto maturato».
La protesta é stata intrapresa a fronte della mancata concessione degli spazi per lo svolgimento dell'assemblea sindacale indetta dalla Filctem Cgil.
I lavoratori hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione e lo sciopero degli straordinari e di ogni forma di lavoro supplementare.


La Liscianigiochi Srl, in riferimento allo sciopero di 30 minuti che nella mattina di ieri è stato attuato dinanzi alla sede dell’azienda, a Sant’Atto, precisa che allo stesso hanno aderito 15 lavoratori, pari al 19% del complessivo personale dipendente.

Le altre due confederazioni sindacali, presenti in azienda, intervenendo con specifico comunicato, si sono dissociate dall’iniziativa e non hanno aderito ai 30 minuti di astensione dal lavoro.

Per quel che riguarda quanto affermato dai rappresentati della Filctem Cgil circa la presunta mancata corresponsione degli elementi salariali dovuti arretrati dal 2013, la Liscianigiochi Srl, non essendo associata ad alcuna Confederazione di Categoria, non era debitrice di alcun arretrato.

La Liscianigiochi Srl precisa, infine, di essere iscritta dal 1° maggio 2017 all’Associazione datoriale Anpit (Associazione Nazionale per l’Industria e il Terziario). Da tale iscrizione è derivata per l’azienda teramana l’obbligatorietà dell’applicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro sottoscritto dall’Anpit stessa. Gli effetti dell’applicazione del contratto Anpit non riguardano i diritti acquisiti dal personale in forza prima dell’iscrizione dell’azienda all’Anpit (1° maggio 2017), al quale non è infatti stata apportata alcuna diminuzione della retribuzione lorda.