BREVE

POLIZIA. DE CICCO COMANDANTE POLFER MARCHE UMBRIA E ABRUZZO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

10

ANCONA. Una Polizia ferroviaria sempre più presente e visibile per continuare a "migliorare i servizi al cittadino" e a prevenire crimini. Sarà un punto fermo del nuovo comandante del Compartimento di Polizia ferroviaria Marche Umbria e Abruzzo, Francesco De Cicco, insediatosi ad Ancona dal primo settembre scorso. Napoletano ma pescarese d'adozione, 56 anni, De Cicco ha ricoperto molti incarichi e conosce bene quella "famiglia complessa" che è la Polizia di Stato: dalla Squadra Mobile di Agrigento dove prese servizio il 20 maggio 1996, giorno dell'arresto a Palermo di Giovanni Brusca, alla Scientifica a Firenze; dallo Sco a Roma alla Questura di Pescara come vicario fino alla segreteria del Dipartimento di Ps a Roma. E' un'avventura nuova quella della Polfer per De Cicco, che considera l'attività della Polizia Ferroviaria una "missione di servizio per il cittadino che deve sentirsi sempre più al sicuro". Dunque, il primo obiettivo sarà quello di "migliorare ancora di più" con la presenza e la visibilità degli agenti in stazioni e sui treni: "nonostante il miglioramento dell'attività negli anni, infatti - ha spiegato il dirigente - il cittadino si sente invece più insicuro". Nelle zone in cui operano gli agenti Polfer, in particolare vicino alle stazioni, vivono sempre più persone disagiate, come senza fissa dimora, e vi sono traffici di ogni tipo. Dunque la Polfer, ha sottolineato De Cicco, deve a maggior ragione essere ancora più vicina sia a chi vive nel disagio sia a chi si sente insicuro.