BREVE

ROCCA DI MEZZO, TAGLIO ABUSIVO DI LEGNA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

24




ROCCA DI MEZZO. Nella ordinaria attivita' di controllo del territorio montano e sorveglianza all'interno del Parco Naturale Regionale Sirente Velino gli uomini del Corpo Forestale dello Stato del Comando Stazione di Rocca di Mezzo diretti dal vice ispettore Augusto Feliciani hanno scoperto e posto sotto sequestro un'area demaniale all'interno della quale ignoti avevano abbattuto numerose piante di faggio.

All'interno del territorio montano, di proprieta' del Comune di Rocca di Mezzo, era stato infatti eseguito un taglio abusivo di circa un ettaro di bosco che avrebbe fruttato un bottino di svariate centinaia di quintali di legna qualora i forestali non fossero intervenuti tempestivamente operando il sequestro di tutta l'area e della legna ed informando dei fatti l'Autorita' Giudiziaria. Negli ultimi anni - osserva la forestale - c'e' stato un forte ritorno all'utilizzo, soprattutto nelle aree rurali e montane, di questo combustibile in virtu' della diffusione sempre maggiore di termocamini e termostufe; pertanto sono sempre piu' frequenti fenomeni come quello del taglio abusivo e del conseguente furto di legna, reati che sembravano negli anni scorsi in costante flessione. Tali azioni oltre a rappresentare un grave danno per l'ambiente e l'ecosistema rappresentano anche un grave pericolo per le persone che vanno ad eseguirli poiche' spesso si tratta di boscaioli improvvisati che si recano nel bosco durante le ore serali e notturne ed eseguono il taglio delle piante senza le minime precauzioni, rischiando di provocare incidenti dalle conseguenze spesso anche gravissime.