BREVE

SPOLTORE, CONVENZIONE CON TRIBUNALE PER LAVORO DI PUBBLICA UTILITA’

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

23

CRONACA. SPOLTORE. È stata rinnovata la convenzione tra il Comune di Spoltore e il Tribunale di Pescara sulla possibilità di svolgere dei Lavori di Pubblica Utilità, ossia la prestazione di attività non retribuita a favore della collettività da parte di chi dovrebbe scontare una pena per condanne per guida in stato di ebrezza o sotto l'effetto di stupefacenti.

L’accordo, della durata di cinque anni, è stato siglato mercoledì scorso dal vice sindaco e assessore al

personale Carlo Cacciatore e da Angelo Bozza, Presidente della sezione civile del Tribunale di Pescara.

«È dovere di ogni Istituzione Pubblica proporsi per dare il proprio contributo affinché alcune pene per reati minori vengano estinti dal condannato con attività a favore della collettività. Poniamo la massima attenzione nei confronti dei problemi per il reinserimento sociale dei soggetti più deboli, estremamente convinti che una sana rieducazione possa avvenire con il prezioso aiuto delle istituzioni e l'attiva collaborazione degli interessati chiamati a svolgere determinate attività sociali utili alla collettività, ed è per questo che abbiamo deciso di rinnovare la convenzione con il Tribunale di Pescara», ha sottolineato l’assessore Cacciatore.

«L'impiego dei LPU contribuisce all'espletamento, nel nostro Comune, di alcuni servizi utili alla collettività», ha aggiunto il sindaco Luciano Di Lorito. «È quindi questa la strada giusta da seguire per il raggiungimento di un duplice obiettivo: dare una mano a chi deve intraprendere una sorta di percorso riabilitativo e garantire alcuni servizi essenziali alla cittadinanza».