BREVE

PROPOSTA DI LEGGE PER IL CAR-POOLING

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

17

 

ABRUZZO. Il Consigliere del gruppo misto Leandro Bracco ha presentato un progetto di legge sull’attuazione della mobilità sostenibile attraverso l’utilizzo condiviso delle automobili private: “Car-pooling Abruzzo”. Le conseguenze della crisi economica iniziata nella primavera del 2008 hanno cambiato i confini e le proporzioni dell’intero mercato dell’auto: si è così passati dai circa 2,5 milioni di automobili immatricolate nel 2000 al 1,305 milioni del 2013. Una timidissima ripresa è stata registrata nel 2014 (1,36 milioni) mentre il 2015 e’ stato letteralmente un anno nefasto, durante il quale sono state immatricolate 873mila nuove automobili, tornando così ai livelli del 1965.

«Tale modalità», ha spiegato Bracco, «prevede dunque che diverse persone che percorrono il medesimo tratto di strada, o parte di esso, nella stessa fascia oraria, spontaneamente si accordino per viaggiare insieme – precisa Bracco -  i vantaggi che ne conseguono sono la riduzione del traffico, il risparmio in termini di costo del carburante, il pagamento di meno pedaggi autostradali e tutto ciò che è connesso all’utilizzo dell’auto. La legge n. 340 del 24/11/2000 ha inoltre istituito i Piani di Mobilità Urbana che, tra i propri obiettivi, ha quello di diminuire radicalmente l’uso individuale dell’automobile privata nonché incrementare la capacità di trasporto e aumentare la percentuale di cittadini trasportati dai sistemi collettivi».

 Il Disegno di legge presentato dal Consigliere Bracco infine non prevede oneri finanziari a carico del bilancio della Regione Abruzzo, mentre impegna tutti gli enti pubblici a riservare sui propri siti internet istituzionali il link dedicato al car-pooling, previo inserimento e iscrizione sul sito dedicato esclusivamente al car-pooling Italia ed Europa.