BREVE

RAPINA PER COMPUTER IN ALBERGO, DUE CONDANNATI A CHIETI

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

30

CHIETI.  Il Tribunale di Chieti ha condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione e 2.000 ero di multa Francesco Piazza, 48 anni di Chieti, e a 6 anni di reclusione e 1.600 euro di multa Maurizio Di Biase, 49 anni pure di Chieti. I due erano accusati di concorso in rapina perché con altre tre persone non identificate, si erano impossessati di un computer portatile sottraendolo mediante violenza e minaccia ad un uomo, che lo deteneva nella propria stanza d'albergo, dopo averlo percosso fino a provocargli lesioni giudicate guaribili in otto giorni.

 I due erano anche accusati di lesioni personali con l'aggravante di aver commesso il fatto al fine di consumare la rapina e di violazione di domicilio con l'aggravante di aver sfondato la porta della camera d'albergo. Per gli ultimi due reati il Tribunale ha dichiarato non doversi procedere per prescrizione. I fatti si erano verificati a Tollo il 2 marzo del 2008. Nei confronti dei due è anche scattata l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e l'interdizione legale pari alla durata della pena. L'accusa aveva chiesto 6 anni e 6 mesi per Piazza e 6 anni per Di Biase.