BREVE

BANDO FARMACIE VACANTI, IL CASO ALLA CONFERENZA STATO-REGIONI

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

152


SANITA’. ABRUZZO. Durante il consiglio regionale che si è tenuto due giorni fa  l'assessore alla Sanità Silvio Paolucci ha risposto all'Interpellanza con cui il consigliere regionale di Forza Italia Emilio Iampieri chiedeva quali iniziative la Giunta intendesse assumere in riferimento alla graduatoria provvisoria per l'assegnazione delle farmacie vacanti e di nuova istituzione (concorso pubblico straordinario per soli titoli) alla luce della sentenza del Consiglio di Stato n. 5667 del 14 dicembre 2015. Sentenza che, decidendo sull'appello proposto contro una sentenza del Tar Sardegna (la n. 1457/2009, con la quale era stato respinto in primo grado di giudizio l'annullamento , previa sospensiva, di un'analoga graduatoria), ha stabilito - in via definitiva - che la maggiorazione del 40% spettante nei concorsi per sedi farmaceutiche ai farmacisti rurali non è soggetta ad alcun tetto e quindi neanche a quello dei 35 punti complessivi. «Avevamo suggerito di annullare in autotutela la graduatoria provvisoria pubblicata dalla Regione Abruzzo sul BURA e di rimodularla alla luce dei nuovi criteri interpretativi - riferisce Iampieri - ma l'assessore Paolucci ci ha assicurato che, data la valenza nazionale della sentenza del Consiglio di Stato e l'opportunità che le tutte le Regioni assumano al riguardo decisioni uniformi - la questione sarà affrontata, e ci auspichiamo risolta, nel corso della prossima Conferenza Stato-Regioni».