BREVE

OFFICINE MACCAFERRI, CHIUDE LO STABILIMENTO DI CASTILENTI. STATO DI AGITAZIONE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

336



CRONACA. CASTILENTI. I lavoratori delle Officine Maccaferri SpA di Castilenti, riuniti ieri in assemblea sindacale hanno discusso in merito alla comunicazione da parte della Direzione aziendale che ha annunciato la decisione già assunta dal Consiglio di Amministrazione riguardante chiusura dello stabilimento di Castilenti. I lavoratori giudicano gravissima la decisione alla luce dell'accordo sindacale sottoscritto tra organizzazioni sindacali e la Direzione Maccaferri che ha comportato una ristrutturazione con sacrificio occupazionale e la riconversione dello stabilimento con nuovi investimenti per la produzione di prodotti geosintetici destinati al settore stradale. Le segreterie Fiom Cgil e Fim Cisl ritengono tale decisione insostenibile e socialmente irresponsabile in quanto non vi è stata alcuna informazione preventiva in sede di confronto tra le parti in merito ad eventuali difficoltà di realizzazione del piano industriale sottoscritto. I due sindacati, insieme alla RSU chiedono con forza un piano di riconversione dello stabilimento ritenendo impraticabile qualunque altra soluzione. Su mandato dei lavoratori riuniti in assemblea, è stato proclamato lo stato di agitazione con  lo sciopero di 40 ore di tutte le maestranze dello stabilimento. Le segreterie Fiom Cgil e Fim Cisl annunciano che si attiveranno immediatamente per la convocazione urgente del tavolo di crisi presso la Regione Abruzzo con il coinvolgimento.
--