BREVE

FATTURE PER OPERAZIONI INESISTENTI, IN 9 A PROCESSO A TERAMO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

65



CRONACA. TERAMO. Secondo l'accusa avrebbero messo su un giro di fatture per operazioni inesistenti con l'obiettivo di evadere Iva ed imposte dei redditi.

Accuse relative agli anni 2009, 2010 e 2011 e che questo pomeriggio, al termine dell'udienza preliminare davanti al gup del Tribunale di Teramo Domenico Canosa, hanno portato al rinvio a giudizio di 9 persone: otto imprenditori e l'allora legale rappresentante dell'associazione sportiva dilettantistica Piccoli Diavoli, all'epoca convenzionata con la Teramo calcio per le attività di base della scuola calcio nelle categorie esordienti, pulcini e piccoli amici.

La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 8 aprile davanti al giudice monocratico. L'allora rappresentante legale dell'associazione sportiva è accusato di emissione di fatture per operazioni inesistenti per gli anni 2009 e 2010; gli imprenditori (tutti teramani) di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti. Secondo il pm Silvia Scamurra, titolare del fascicolo, per procurare un vantaggio economico agli imprenditori, il primo avrebbe emesso false fatture relative a delle sponsorizzazioni, mentre gli imprenditori avrebbero utilizzato quelle stesse fatture nelle dichiarazioni annuali per evadere parte delle imposte dovute.