BREVE

ABRUZZO. MAGGIORE COPERTURA ASSICURATIVA PER I LAVORATORI

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

21

CRONACA. ABRUZZO. Un passo importante per dare risposte ai lavoratori abruzzesi vittime di infortuni e tecnopatie.

 E' stato compiuto, ieri mattina, a Pescara, grazie alla firma del protocollo di intesa tra Regione Abruzzo ed INAIL apposta materialmente dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, e dal presidente dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, Massimo De Felice.

L'Inail, d'intesa con la Regione e utilizzando servizi pubblici e privati, si avvia ad erogare le prestazioni integrative (LIA) necessarie al recupero dell'integrità psicofisica dei lavoratori infortunati, con specifico riferimento ai trattamenti riabilitativi, con oneri a carico Inail.

«Si tratta di un atto che finalmente riguarda la nostra Regione - ha affermato D'Alfonso - e che consente, grazie alla tradizione e alle competenze di Inail, di dare ulteriore copertura assicurativa e anche di prevenzione ai lavoratori abruzzesi. In questo caso, - ha proseguito - Inail si mette in campo con una notevole capacità di autosostentamento finanziario e organizzativo».

Sono, infatti, pari a 180 milioni di euro le risorse destinate da Inail a tale finalità su scala nazionale. Il budget annuale della Regione Abruzzo è, invece, di circa 2 milioni di euro.

L'obiettivo è quello del reinserimento lavorativo e sociale degli infortunati con la conseguente riduzione della durata media delle inabilità temporanee assolute e dei postumi permanenti.

In sostanza, l'Inail, con oneri a proprio carico, partecipa alla competitività del tessuto produttivo delle varie regioni. Per garantire pari qualità di prestazioni sanitarie a tutti gli infortunati della varie Regioni, l'Ente ha posto a suo carico i Livelli Integrativi Assistenziali (extra LEA) per la riabilitazione degli infortunati.