BREVE

COLTIVAVANO CANNABIS VICINO AL FIUME ATERNO, 4 DENUNCE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

47

L'AQUILA.  Madre e figlio, insieme ad altre due persone sono stati denunciati per essere stati sorpresi a coltivare Cannabis indica nel comune di Villa Sant'Angelo (L'Aquila) dal personale del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale dell'aquila. La coltivazione è stata scoperta nei pressi del fiume Aterno. Si tratta di tre giovani trentenni italiani B. M. S., S. J. e M. F. originari di Roma ed una donna cinquantenne R. M., madre di M.F., domiciliata nell'aquilano. I quattro sono stati identificati e deferiti all'autorità giudiziaria per violazione alla normativa sugli stupefacenti. Alcuni dei denunciati risultano avere una lunga serie di precedenti penali, anche in materia di stupefacenti. Le piante come disposto dal sostituto procuratore della Repubblica di L'Aquila Simonetta Ciccarelli sono state sequestrate, e saranno messe a disposizione dell'ARTA Abruzzo per le analisi dirette alla quantificazione del principio attivo. La scoperta è avvenuta nell'ambito di servizi di controllo del territorio disposti dal comando provinciale Cfs di L'Aquila, mirati, si legge in una nota, alla prevenzione dei reati in danno dell'ambiente ed al contrasto del fenomeno del bracconaggio.