BREVE

AUTODEMOLITORE ABUSIVO AI DOMICILIARI PER SCONTARE PENA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

31

L'AQUILA. Un aquilano di 60 anni, C.T., titolare di un'attività di raccolta, demolizione e smaltimento di veicoli fuori uso nella periferia Est dell'Aquila, più volte denunciato per l'inquinamento da sostanze pericolose di suolo e sottosuolo, sottoposto ai domiciliari per espiare la pena dell'arresto di otto mesi. I fatti risalgono al 2010 quando, durante un controllo di Polizia, l'uomo è stato denunciato per avere raccolto, depositato e abbandonato in maniera incontrollata, su un terreno di proprietà del Comune dell'Aquila, rifiuti anche pericolosi, in particolare circa 100 veicoli fuori uso e in stato di abbandono, nonché pezzi di carrozzeria, batterie e pneumatici usati. Tutto materiale a diretto contatto con il manto erboso, con sversamento sul suolo di sostanze nocive come cadmio, piombo ed idrocarburi. Formalmente, l'attività di demolizione risultava cessata nel 2004 ma lui in tutti questi anni ha continuato ad esercitarla abusivamente. Le analisi effettuate sui campioni di terreno prelevati da personale specializzato dell'Agenzia regionale per la tutela dell'ambiente (Arta) hanno evidenziato la presenza di cadmio e piombo e idrocarburi sul terreno con il superamento della soglia massima consentita.