BREVE

EVADE DA DOMICILIARI, PUGILE GAMBIZZATO FINISCE IN CARCERE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

20

PESCARA.  La Polizia di Pescara ha eseguito e notificato a Emanuel Zuanel, l'ex pugile pescarese di 33 anni che lo scorso 19 aprile era stato gambizzato in strada, in via Lago di Capestrano, un'ordinanza di aggravamento della misura cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Pescara, con la revoca degli arresti domiciliari, sostituiti con la detenzione in carcere. L'uomo era stato arrestato a fine maggio per estorsione aggravata nei confronti della nonna e per lesioni aggravate nei confronti dello zio; lo scorso primo luglio, nonostante il braccialetto elettronico, era evaso dai domiciliari ed era uscito di casa, ma era stato arrestato dalla Polizia. Da qui l'aggravamento della misura cautelare disposto dal gip. Il 33enne si trova nel carcere di Lanciano (Chieti) per incompatibilità con la casa circondariale di Pescara in cui sono detenuti gli autori della gambizzazione.