BREVE

LAVORO: PROTESTA DIPENDENTI COTIR E ARA DAVANTI A EMICICLO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

436

L'AQUILA.  Una nutrita rappresentanza di lavoratori del centro di ricerca per le tecniche irrigue Cotir di Vasto e dell'Associazione regionale allevatori (Ara) d'Abruzzo stanno protestando davanti palazzo dell'Emiciclo, sede del Consiglio regionale, per denunciare «la drammatica situazione economica-finanziaria» che ha determinato rispettivamente per i primi stipendi non pagati da 19 mesi per i secondi da 24 mesi.

Al Cotir lavorano 27 persone, all'Ara 64. A rappresentare i lavoratori è stato il segretario regionale Fai Cisl Abruzzo, Feliciantonio Maurizi, il quale ha chiesto un incontro urgente con i vertici regionali. «Stiamo protestando per il futuro di due enti regionali che hanno destini comuni, nel corso degli anni la regione ha ridotto drasticamente i trasferimenti, anche complice il ridimensionamento delle risorse statali - spiega Maurizi -. Bisogna intervenire subito innanzitutto per l'Ara che senza un provvedimento straordinario della regione è condannata alla liquidazione».

 Maurizi sottolinea che il Cotir svolge una importante attività di ricerca «nel campo agroalimentare mentre l'ara ha un ruolo prezioso nel fornire servizi alle imprese zooteniche».