BREVE

PUNTI NASCITA. SULMONA, MONSIGNOR SPINA: «CHIUSURA MINACCIA QUALITÀ VITA»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

362

SULMONA. «Non si capisce perché la Regione si ostini a non riconoscere che esistono tutti i presupposti per il mantenimento del punto nascita di Sulmona la cui chiusura determinerebbe un peggioramento della qualità della vita nel centro Abruzzo».  Lo ha detto il vescovo di Sulmona-Valva, Angelo Spina, oggi in visita pastorale nella sede del Comune di Sulmona a palazzo San Francesco, rivolgendosi al sindaco, Giuseppe Ranalli. «Il fenomeno preoccupante cui la politica dovrebbe porre attenzione è l'invecchiamento e lo spopolamento del territorio» ha aggiunto sottolineando che «da un decennio si sta assistendo a quella che io chiamo la desertificazione umana».

«Davanti a questo quadro sorprende la delibera della Giunta regionale che sancisce il declassamento di Sulmona da polo di attrazione ad area intermedia. La stessa delibera - ha continuato il vescovo - esclude i comuni della Valle Peligna e della Valle del Sagittario dai progetti per le macro aree interne, che comporterà la non assegnazione di risorse che sarebbero servite a tutelare il territorio delle comunità locali».