BREVE

A PESCARA SERVIZIO 'TUTOR' PER FAMIGLIE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

486

 

PESCARA. Sostenere famiglie che vivono un periodo di difficoltà nella gestione della propria vita quotidiana e nelle relazioni educative con i figli: questi gli obiettivi del progetto 'Una famiglia per una famiglia' che, dopo diverse esperienze in altre città d'Italia, approda anche a Pescara. In Comune la sigla dell'accordo di programma che dà il via alla fase di sperimentazione.

Il progetto è promosso da Comune di Pescara, Asl, Caritas Italiana, Caritas Diocesana e Fondazione Paideia, con il patrocinio della Regione Abruzzo. Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte, tra gli altri, l'assessore regionale alla Politiche sociali, Marinella Sclocco, il sindaco Marco Alessandrini, l'assessore comunale ai Servizi Sociali, Giuliano Diodati, il responsabile della Caritas, don Marco Pagniello, il direttore di Paideia, Fabrio Sarra, e Lucia Romandini della Asl.

«Si tratta di un progetto sperimentale che coinvolgerà otto famiglie - ha spiegato Sclocco - e diversi soggetti operativi. Di fatto è il primo progetto in Abruzzo sull'affido familiare, nel senso affido non solo del minore, ma dell'intera famiglia che necessita di supporto. Siamo contenti che questo primato veda protagonista Pescara, per la risposta subito data al progetto e per la cordata di interlocutori che lo renderà possibile».

«Ci auguriamo che ciò che nascerà qui - ha aggiunto - diventi un modello, più che un esempio, replicabile ovunque, perché è una modalità di intervento che tiene conto della famiglia e delle relazioni del minore dentro e fuori da essa e che offre un supporto costate attraverso i tutor, capaci di far superare la difficoltà che si manifesta. Un progetto che interviene sul problema e che forma chi è coinvolto, lo prepara a dare risposte, ad affrontarlo».