BREVE

RADIOTERAPIA OSPEDALE TERAMO, il 30% dei pazienti arriva da fuori provincia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

377

 

SALUTE. TERAMO. Confortanti i dati di attività del primo trimestre del 2015 per la Radioterapia del “Mazzini” a Teramo: su un totale di 115 pazienti trattati, ben il 30% arriva da fuori provincia e fuori regione, sicuramente attratto dalle enormi potenzialità terapeutiche del nuovo acceleratore lineare.  Inoltre, una lettura attenta dei dati statistici, restituisce un quadro che vede rientrare a Teramo anche i pazienti che – purtroppo – erano stati inviati ad altri Ospedali per potersi avvalere di radioterapie di ultima generazione (il numero si attestava intorno al 15% del totale). Nel complesso, quindi, tra mobilità attiva e recupero di quella passiva, i dati del trimestre che va da gennaio a marzo del 2015, indicano una forte accelerazione dell’attività del Servizio e, soprattutto, un’attrattività importante nei confronti dell’utenza, anche non teramana. «E’ il segno che gli investimenti che la Direzione Generale della Asl teramana ha fatto sulla Radioterapia, stanno dando i loro frutti», spiega Carlo D’Ugo, direttore del Reparto, «nuove e straordinarie macchine, personale altamente specializzato e organizzazione rigorosa ci stanno consentendo di recuperare, in poco tempo, pazienti e lustro. Siamo molto soddisfatti dei risultati di questo primo trimestre e siamo certi di poter ancora migliorare».