BREVE

MONTESILVANO, «CITTADINANZA ONORARIA AL MAGISTRATO DI MATTEO»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

488


POLITICA. MONTESILVANO. Il Movimento 5 Stelle di Montesilvano ha presentato la proposta di cittadinanza onoraria al magistrato Antonino Di Matteo, 53 anni.
Il pm ha iniziato ad indagare sulle stragi di mafia in cui sono stati uccisi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e gli agenti delle rispettive scorte, oltre che sugli omicidi di Rocco Chinnici ed Antonino Saetta
Nel corso della sua carriera si è più volte occupato dei rapporti tra criminalità organizzata ed alti esponenti delle istituzioni. È attualmente impegnato nel processo a carico dell'ex prefetto Mario Mori, in relazione ad ipotesi di reato eventualmente connesse alla trattativa tra Stato e mafia. Nel corso del processo è stata resa pubblica la minaccia di morte da parte del boss Totò Riina, intercettata dalla magistratura durante una conversazione privata in carcere con un altro recluso: «A questo ci devo far fare la stessa fine degli altri. Il giudice ha rifiutato però l'uso offertogli di un mezzo blindato Lince, a suo avviso "un carro armato" a tutti gli effetti, non adatto a circolare in un centro abitato.
«Di Matteo sta indagando su uno dei misteri più grandi e pericolosi della storia della nostra travagliata Repubblica: la trattativa fra pezzi deviati dello Stato e la Mafia», ricorda il consigliere comunale Manuel Anelli. «Un servitore dello Stato, sotto costante minaccia di morte da parte della potente organizzazione criminale. Un uomo che con coscienza, abnegazione e serietà porta avanti il suo lavoro e le sue indagini a dispetto di coloro che vorrebbero, anche nello Stato, ostacolarlo».