BREVE

CRIMINI CONTRO LA NATURA, PETIZIONE DEL WWF PER PENE PIU’ SEVERE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

632

 

ABRUZZO. NATURA. Domani, sabato 20 dicembre, dalle ore 9:30 alle ore 13, in Corso San Giorgio a Teramo – sotto i portici Caffè Grand’Italia – il WWF Teramo ha organizzato un banchetto per la raccolta di firme per la petizione “Stop ai crimini di natura”. In Italia ogni 43 minuti viene commessa una violazione in materia di tutela ambientale ed i reati contro gli animali e la fauna selvatica costituiscono il 22% dei reati ambientali. «Per combattere questa piaga c’è bisogno di pene più severe e di forze dell’ordine specializzate», chiedono gli ambientalisti. La petizione, rivolta a Governo e Parlamento, chiede l’introduzione nel Codice Penale del nuovo “delitto di uccisione di specie selvatica protetta” (punito finora con una semplice contravvenzione) ed il mantenimento ed il rafforzamento del Corpo Forestale dello Stato, quale forza autonoma di polizia specializzata in campo ambientale.