BREVE

BIMBO UCCISO NEL SONNO: IL PADRE TRASFERITO IN CASA DI CURA AD AVERSA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

481

 

PESCARA. Trasferimento in una casa di cura e custodia annessa all'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa (Caserta) per Massimo Maravalle, il pescarese di 47 anni affetto da disturbo psicotico atipico che nel luglio scorso ha ucciso nel sonno il figlio adottivo di 5 anni, Maxim, soffocandolo. Lo ha disposto il gip del Tribunale di Pescara Gianluca Sarandrea. Il giudice ha disposto il provvedimento in considerazione delle conclusioni cui è giunta la perizia del consulente Renato Ariatti: il 47enne all'epoca dei fatti era incapace di intendere e di volere e tuttora permangono «quote attenuate di pericolosità sociale». Il 47enne fino ad oggi è stato rinchiuso nel carcere di Pescara.