BREVE

IMPRESE ABRUZZO, NEL NUOVO ANNUARIO 2014 CENSITE 3.695 ATTIVITA’

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

578

 

ECONOMIA. ABRUZZO. Con l’Annuario delle aziende abruzzesi dei servizi avanzati - Anno 2014, il Cresa ha rivisitato la struttura delle tre precedenti edizioni.
Le attività dei servizi avanzati sono state raccolte in 6 raggruppamenti (servizi di informazione e comunicazione, attività legali, contabilità e consulenza gestionale, architettura, ingegneria e consulenza tecnica, ricerca e sviluppo, marketing e ricerche di mercato, altri servizi di supporto alle imprese). Il lavoro è partito dall’identificazione, tramite il Registro delle Imprese, di un universo regionale composto da 3.695 imprese incluse in tali settori con circa 14.000 mila addetti. Nel loro ambito ne sono state individuate 634 con almeno tre addetti. Ad esse è stato somministrato un questionario e, dopo un accurato processo di verifica e riscontro, sono state inserite nella pubblicazione 610 imprese, con 8.179 addetti (pari, rispettivamente, al 16,5% ed al 58% del totale delle imprese e degli addetti operanti nel complesso dei settori considerati).  Il maggior numero di imprese appartiene al settore dell’ICT (48%), la più grande quota di addetti opera in quello degli “altri servizi” (35%).  La concentrazione più alta di aziende si ha nella provincia di Chieti (30%), seguono Pescara (28%) e L’Aquila e Teramo (21%).
Francesco Prosperococco, Direttore del CRESA, sottolinea che «il settore dei servizi avanzati è caratterizzato dalla prevalenza di piccole imprese: l’81% ha da 3 a 10 addetti, il 58% fatturato fino a cinquecentomila euro. Incoraggiante è il dato che riguarda la natura giuridica: prevalgono le società di capitali; in particolare il 66% delle imprese presenti nell’Annuario è costituito da società a responsabilità limitata, il 2% da società per azioni».