BREVE

DIAGNOSI PRECOCE DEL MORBO DI PARKINSON A LANCIANO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

906



LANCIANO. Presso la Medicina Nucleare di Lanciano è ora possibile effettuare la diagnosi precoce del Morbo di Parkinson, grazie a un esame diagnostico denominato Tomoscintigrafia Cerebrale Recettoriale.
Venerdì scorso presso la Medicina Nucleare dell’Ospedale "Renzetti", infatti, sono stati svolti i primi esami tomoscintigrafici, grazie anche alla stretta collaborazione con i Medici Nucleari di Chieti, dove la metodica viene eseguita regolarmente già da molti anni.
Il paziente può effettuare l'indagine scintigrafica solo dopo una valutazione specialistica fatta dal Neurologo che ponga il sospetto di Morbo di Parkinson.
Inoltre, la Tomoscintigrafia Cerebrale con 123I-Ioflupane può trovare indicazione  nella diagnosi del Tremore Essenziale e, in pazienti selezionati, nella diagnosi della Demenza a Corpi di Lewy.
Al paziente viene somministrato un radiofarmaco recettoriale (123I-Ioflupane) capace di individuare precocemente e in maniera  molto specifica la presenza di aree cerebrali colpite dalla patologia parkinsoniana.
L'esame si svolge in maniera molto semplice, non necessita di alcuna preparazione preventiva ed è in convenzione con il sistema sanitario nazionale.
Questa nuova opportunità per l’Ospedale "Renzetti" è frutto della sinergia tra le Direzioni Sanitarie  degli Ospedali di Chieti e Lanciano e dell’impegno della dottoressa Caterina Di Fabio, Responsabile Direzione Farmacie della Asl Lanciano Vasto Chieti.
Per l’unità operativa complessa aziendale di Medicina Nucleare, diretta dal dottor Gianluigi Martino, oltre alla possibilità di ridurre i tempi delle lunghe liste d'attesa, si tratta di un traguardo significativo anche in vista della giornata nazionale del Morbo di Parkinson che si svolgerà il 29 novembre prossimo.