IMPRESE

DE CECCO: CON INVITALIA CONTRATTO SVILUPPO PER 37,6 MLN EURO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

747


ECONOMIA. ROMA. Invitalia e De Cecco (gruppo leader nel settore alimentare, terzo produttore mondiale di pasta) hanno firmato un contratto di sviluppo per potenziare la capacità produttiva degli stabilimenti di Ortona e di Fara San Martino, entrambi localizzati nella provincia abruzzese di Chieti. L'investimento complessivo - si legge in una nota - è di 37,6 milioni di euro, di cui più di 21 finanziati da Invitalia con contributi in larga parte a mutuo agevolato. L'accordo, siglato a Roma da Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, e dal Filippo Antonio De Cecco, presidente del Gruppo De Cecco, prevede l'ampliamento della capacità produttiva del pastificio di Ortona con due nuove linee produttive, una di pasta lunga e una di pasta corta, che consentirà la creazione di 48 nuovi posti di lavoro entro il 2017. Per lo stabilimento di Fara San Martino, invece, l'obiettivo del Contratto di Sviluppo è l'aumento della produzione di semola grazie al potenziamento della capacità di stoccaggio.

L'accordo e' stato siglato a Roma da Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, e dal Filippo Antonio De Cecco, presidente del Gruppo De Cecco.
«I Contratti di sviluppo gestiti da Invitalia - ha affermato Arcuri - continuano a essere una rilevante leva strategica per lo sviluppo delle imprese, soprattutto in un momento di particolare difficolta' della nostra economia. E' uno strumento che, garantendo tempi certi e procedure trasparenti agli imprenditori, e' in grado anche e soprattutto di creare nuovi posti di lavoro, come dimostra l'accordo firmato con la De Cecco».
«Con l'ampliamento della capacita' produttiva dei due stabilimenti abruzzesi - spiega De Cecco - la societa' diventa il terzo produttore mondiale di pasta e nello stesso tempo, conferma la sua volonta' di realizzare i suoi prodotti esclusivamente sul territorio italiano e non all'estero».
   Il Contratto di Sviluppo prevede l'ampliamento della capacita' produttiva del pastificio di Ortona con due nuove linee produttive, una di pasta lunga e una di pasta corta, che consentira' la creazione di 48 nuovi posti di lavoro entro il 2017. Per lo stabilimento di Fara San Martino, invece, l'obiettivo del Contratto di Sviluppo e' l'aumento della produzione di semola grazie al potenziamento della capacita' di stoccaggio.