BREVE

«A SALLE MINORANZA MESSA A TACERE»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

736

SALLE. La minoranza al COune di Salle denuncia la violazione dei propri diritti. Nella seduta consiliare del 30 settembre 2014 il Presidente del Consiglio Nicola Battaglia avrebbe tolto la parola al consigliere di minoranza Roberta Sarrantonio in ben due occasioni.

«Nella prima», racconta la stessa Sarrantonio , «riguardante la convenzione sul trasporto scolastico degli alunni di Salle appartenenti alla scuola dell'obbligo, impedendone la replica all'intervento del Sindaco, che per regolamento le sarebbe concessa: il presidente ha proceduto alla votazione senza aver esaurito la trattazione dell'argomento, né tantomeno aver dichiarato chiusa la discussione, come da prassi, farfugliando pretesti alle lamentele della consigliera. 
 Nella seconda, inerente la nomina del responsabile del 'Programma sulla trasparenza, l'integrità e la diffusione delle informazioni all'interno della pubblica amministrazione', alla richiesta di chiarimenti riguardo la linea della maggioranza su questo tema, lo stesso presidente ha cominciato ad interrompere la consigliera con atteggiamento autoritario, togliendole la parola con l'accusa di essersi allontanata dall'argomento in discussione. E' probabile che per evitare di rispondere a domande scomode (il sito web  del comune è ben lungi dal essere a norma delle attuali norme in vigore su pubblicità e trasparenza) si cerca di evitarle».