BREVE

TERRENI CONFISCATI ALLE MAFIE, FILM E DIBATTITO AL CINEMA SANT'ANDREA DI PESCARA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1809

CRONACA. PESCARA.  La lotta alla criminalità organizzata attraverso la confisca dei terreni passa dal grande schermo alla realtà dell'associazionismo. Mercoledì 1° ottobre, al cinema Sant'Andrea di Pescara, i volontari di Libera, l'associazione fondata dal don Luigi Ciotti che oggi annovera oltre 1500 gruppi, scuole e realtà di base impegnate nel diffondere la cultura della legalità, saranno presenti in sala per dar vita a un dibattito al termine della proiezione del film La nostra terra.

Il film, diretto da Giulio Manfredonia, con Stefano Accorsi, Sergio Rubini e Iaia Forte, racconta la storia di una cooperativa pugliese che, per inesperienza, ha problemi nel farsi assegnare un appezzamento confiscato al boss locale. Dal nord sarà inviato Filippo (Stefano Accorsi) esperto di leggi e regolamenti ma altrettanto inesperto quando si tratta di approcciarsi con la realtà.

L'iniziativa è stata organizzata da una collaborazione tra la delegazione di Pescara di Libera, il cinema Sant'Andrea e l'agenzia di distribuzione Effe Cinematografica di Ancona. La proiezione inizierà alle 20.30. Al termine del film i soci della sezione provinciale di Pescara di Libera racconteranno le loro esperienze sul campo. Alcuni di loro, infatti, hanno avuto periodi di lavoro nei campi gestiti dalle cooperative di Libera presenti anche in Abruzzo.