BREVE

PESCARA RISCATTA L’ITALIA: A BERLINO STUDIO DI PROGETTAZIONE VINCE PREMIO INTERNAZIONALE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

535

CRONACA. PESCARA. Il progetto Casa/Studio – Manoppello, committente Sergio Serra  – realizzato dagli architetti Zero85 di Pescara è stato insignito del premio internazionale Fritz Höger Preis für Backsteinarchitektur.

A Berlino lo scorso 19 settembre, nell’ambito della cerimonia alla quale hanno preso parte gli studi di progettazioni di tutto il mondo, lo studio Zero85 è stato l’unico rappresentante italiano ad aver raggiunto la nomination: la sezione nella quale ha partecipato è quella delle architetture in laterizio, categoria delle case unifamiliari e bifamiliari.
Il premio che hanno ritirato gli architetti pescaresi campeggia al fianco di pezzi da novanta del calibro di Alvaro Siza, che con il Pavillon Insel Hombroich - uno strabiliante spazio pubblico contemporaneamente padiglione urbano - sta urlando al mondo la necessità di una strategia urbana programmata, finalizzata a riqualificare il centro cittadino rivitalizzandolo in funzione delle esigenze moderne.

I progetti selezionati in tutto il mondo sono stati 50, 4 i differenti temi tipologici, dei quali uno era proprio quello dedicato al laterizio. Significativa la presenta di studi di progettazione giovani: per  l’Europa erano provenienti da Spagna, Olanda, Inghilterra e Svizzera. Dopo il successo del trabocco in esposizione alla Biennale di Venezia, per Pescara il premio di Berlino arriva come un trionfo.