BREVE

AMNISTIA, RADICALI SCRIVONO A CONSIGLIERI REGIONALI: «ADERITE ALLA NOSTRA LOTTA»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

870

 

ABRUZZO. GIUSTIZIA. Ieri è stata indirizzata ai presidenti, consiglieri e assessori della Regione Abruzzo una lettera appello dai referenti Amnistia Giustizia Libertà - Abruzzo, Vincenzo di Nanna e Ariberto Grifoni che è in sciopero della fame da mercoledì e così ha aderito alla lotta nonviolenta, al Satyagraha di Marco Pannella, Rita Bernardini e di altri 200 cittadini.  Il Comitato Nazionale di Radicali italiani, riunito a Roma l’11-12 e 13 luglio 2014 ha ribadito come si configuri sempre più obbligato «un provvedimento di amnistia e di indulto quale unica riforma strutturale in grado di fermare il mancato rispetto della Costituzione italiana e dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali, anche secondo quanto affermato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con il suo ostracizzato messaggio alle Camere».

 In questi giorni viene intensificato il Satyagraha di Marco Pannella, Rita Bernardini e di altri 200 cittadini esplicitamente volto, in questa fase, a fermare le morti in carcere e a garantire le cure necessarie ai detenuti malati. Da Teramo mercoledì si è aggiunto alla lotta nonviolenta, con una sciopero della fame Ariberto Grifoni, il quale insieme a Vincenzo di Nanna ha ieri indirizzato una lettera ai lettera ai presidenti, consiglieri e assessori della Regione Abruzzo con una richiesta: «aderite a questa lotta, nelle forme e con le modalità che riterrete opportune, e, nel vostro ruolo, di portarne parola e azione nonviolenta nelle Istituzioni».