BREVE

PD ATRI, «PER LE TASSE AUMENTI AL MASSIMO»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

618


POLITICA. ATRI. Partito Democratico di Atri contro l’aumento delle tasse. «Pur scaricando la colpa sul governo nazionale in Consiglio Comunale, la giunta Astolfi ha alzato l'aliquota Tasi al massimo consentito dalla legge, così come quella dell' Imu», denunciano i consiglieri Chiara Di Nardo Di Maio, Barbara Ferretti e Alfonso Prosperi. «E a fine mese ci attende anche la stangata della Tari».

L’opposizione ha contestato anche il rimpasto di giunta: «il sindaco ha ripreso delle importanti deleghe quali sono quelle lavori pubblici e attività produttive e Sanità» e i consiglieri hanno anche denunciato  un «grave sospetto di conflitto di interesse».

Spiegano: «ambiente ed ecologia, Sanità, Impianti sportivi, Magazzino, Istruzione, non c'è un settore in cui non sia coinvolto nella gestione un familiare dell'assessore responsabile o l'assessore stesso. Un sindaco leale verso i suoi cittadini, ritendendo di non dover comandare ma di amministrate nel segno della trasparenza e della correttezza, avrebbe sicuramente gestito le deleghe valorizzando le competenze e soprattutto eliminando il conflitto di interesse, al solo fine di amministrare meglio».