BREVE

RICATTA DONNA E FIGLIO MINORE. ARRESTATO PRESUNTO SPACCIATORE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

583

 

PESCARA.  Estorsione aggravata e spaccio di stupefacenti: questi i reati di cui deve rispondere un 22enne di Caramanico Terme (Pescara) arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Popoli (Pescara), coordinati dal tenente Tonino Marinucci. Il giovane avrebbe preteso da una donna e dal figlio minorenne, minacciandoli, circa 600 euro come corrispettivo per la cessione di droga. Con continui messaggi chiedeva al ragazzino di saldare il conto e quando la madre di quest'ultimo, scoperta la vicenda, ha cercato di farlo desistere, è diventata a sua volta vittima dell'estorsione. Ha deciso quindi di rivolgersi ai Carabinieri i quali hanno organizzato un appuntamento con il 22enne e, dopo che lei ha pagato la somma pattuita, lo hanno arrestato. Addosso al giovane i militari hanno trovato 110 grammi di marijuana e 15 di hashish.