BREVE

PROTOCOLLO COMUNE ORONA –ASL PER SUPPORTARE LE DONNE STRANIERE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

929


IL PROTOCOLLO. ORTONA. Protocollo d’Intesa tra Comune di Ortona e Asl Lanciano Vasto Chieti per un progetto pilota di mediazione culturale. L’obiettivo comune è favorire l’accesso alle strutture socio sanitarie delle donne straniere, soprattutto, di recente immigrazione, attraverso l’intervento di mediatori culturali, aiutandole a comprendere i diversi aspetti della gravidanza e della puericultura nel primo anno di vita del bambino.
Il progetto, promosso dalla consigliera di Pari Opportunità del Comune di Ortona con la Asl Lanciano Vasto Chieti, permetterà di ampliare la rete dei servizi a favore delle donne erogate dall’ospedale “G.Bernabeo” di Ortona e soprattutto consentirà di avviare prassi condivise all’interno dei servizi e di produrre materiale informativo semplificato e multilingue da distribuire non solo alle donne migranti ma a tutte le donne che si rivolgono agli ambulatori di ginecologia.
«Questo progetto – sottolinea la consigliera di Parità del Comune di Ortona, Nadia Di Sipio - si inserisce in una più ampia visione della città, che mira a rendere il nostro territorio un luogo di parità, in cui vi sia possibilità per tutti di accedere ai servizi e di fruire degli stessi. Un lavoro che ha come obiettivo di rendere la nostra città più accogliente e aperta, attenta alle esigenze di tutti i suoi residenti, dai più piccoli alle donne, dagli stranieri alle persone con disabilità». La responsabile del reparto di Ostetricia - Ginecologia, Manuela Mucci, ha rilevato come il progetto « metta gli operatori sanitari al servizio delle donne e delle coppie straniere riuscendo a farli sentire parte di una famiglia e di una comunità».